Come compilare l'Istruzione e la Formazione nel CV

Autore: Alessia De Leonardis

La sezione Formazione nel curriculum vitae è utile per indicare al responsabile delle risorse umane se i requisiti formativi-educativi per la posizione lavorativa per la quale ci si candida siano o meno soddisfatti. Il tuo curriculum vitae dovrebbe sempre includere questa sezione, indipendentemente dal livello di istruzione che hai raggiunto.

Nei curriculum vitae la sezione relativa alla formazione nel caso di posizioni lavorative legate all'istruzione potrebbe essere piuttosto lunga. Tuttavia, per la maggior parte dei curricula sarà una delle sezioni più brevi. Ciò è dovuto principalmente al fatto che è più importante mostrare una solida storia lavorativa o dettagliare abilità rilevanti e trasferibili, usando la tua istruzione come supporto piuttosto che il principale punto di interesse.



Dove inserire la sezione Formazione in un curriculum vitae?

Nella maggior parte dei casi, i curricula si aprono con la sezione dell'esperienza in quanto è più pertinente e importante per i reclutatori. Puoi mettere la tua formazione al di sopra della tua storia lavorativa se sei uno studente o un neolaureato e hai poca esperienza. Se hai più di un anno di esperienza lavorativa, la tua formazione dovrebbe venire dopo la tua storia lavorativa.


come scrivere Istruzione e Formazione
Come scrivere la parte relativa a Istruzione e Formazione nel CV

Quindi, prima di continuare, chiediti: la tua istruzione è il risultato a cui dare più rilevanza? La risposta, il più delle volte, sarà no. L'esperienza lavorativa sarà un requisito più importante per qualsiasi posizione al di sopra del livello junior. Tuttavia, l'istruzione viene prima di tutto se ti sei appena laureato e non hai esperienze lavorative rilevanti da elencare. È anche saggio elencare l'istruzione prima dell'esperienza lavorativa se sei tornato a scuola di recente per ottenere una laurea pertinente al tuo potenziale lavoro.


Quali informazioni includere in una sezione formazione nel curriculum vitae

Ogni volta che descriviamo un titolo di studio o un corso all'interno del nostro curriculum vitae, è necessario inserire delle informazioni base. Queste informazioni base consentono di avere una visione completa delle competenze acquisite nel periodo formativo del candidato.

  • Il tuo titolo di studio
  • Il nome dell'istituto
  • Il luogo in cui si trova
  • Anno di conseguimento del titolo
  • Campo principale o dipartimento di studio
  • Settore minore o dipartimento di studio
  • Votazione (facoltativa)
  • Descrizione

Mantieni la descrizione breve e concisa. Utilizza i punti elenco. Includere paragrafi lunghi che spiegano la rilevanza di una determinata informazione è un errore. Se un'informazione è rilevante, dovrebbe essere facilmente spiegata in una frase semplice.

Se ti sei laureato in un corso con lode, o con il massimo dei voti, inserisci magna cum laude, o summa cum laude, accanto alle informazioni relative alla tua laurea.


Come inserire un corso incompleto nel curriculum vitae?

In alcuni casi, un candidato a un lavoro può avere credenziali educative parzialmente complete o incomplete che desidera inserire nel curriculum vitae. Quando inserisci informazioni su un'istruzione incompleta nella sezione formazione, è importante prestare molta attenzione a come stai formulando questo tipo di informazioni, poiché parole come "non finito", "rinunciatario" o "incompleto" non sono ideali da includere in un curriculum vitae.

Se non hai ancora completato un corso, puoi comunque includere i dettagli del tuo percorso, inserendo, nei dati relativi all'anno di conseguimento, la dicitura In corso. Se ti sei ritirato dall'università, puoi comunque inserire i crediti ottenuti o, se trattavano argomenti utili alla posizione per cui ti candidi, gli esami svolti. In alternativa, potresti includere un elenco puntato dei corsi svolti pertinenti con la tua posizione lavorativa.


Livello EQF

L'EQF è l'acronimo di "Qualifications of the university system", ovvero "Quadro europeo delle qualifiche". Si tratta di uno schema di riferimento che classifica le conoscenze, competenze professionali e abilità acquisite in otto livelli, ed è una metrica che, a differenza della NQF, consente di comprendere il livello formativo del candidato in tutta Europa. Inserire il livello EQF del titolo formativo conseguito è fortemente consigliato qualora si desiderasse avanzare candidatura per una posizione lavorativa estera.


Cosa inserire nella sezione formazione-istruzione nel curriculum vitae

L'importanza della tua storia accademica varia a seconda del ruolo per cui ti stai candidando. Per le persone con molta esperienza lavorativa, la sezione relativa alla formazione risulta essere tra le più brevi in ​​un curriculum vitae. Tuttavia, per i laureati e per chi si candida per una posizione nel mondo accademico, spesso è il più lungo.

Se hai da poco terminato le scuole superiori, è probabile che tu abbia delle attività extracurriculari alle spalle. Se questi aspetti sono rilevanti per il lavoro per cui ti stai candidando, puoi metterli prima dei dati del tuo diploma, nella sezione formazione, o nella sezione esperienze lavorative. Non esagerare con i corsi di informazioni extrascolastiche: attieniti all'inclusione delle informazioni più rilevanti.

Molto dipende dal tipo di lavoro per cui ti candidi. Se stai cercando di ottenere una posizione di livello junior, il reclutatore valuterà il tuo percorso di studio, il voto finale e se le materie sono rilevanti per il ruolo lavorativo. Per determinate posizioni, come quelle in ambito sanitario, legale o finanziario, determinate qualifiche sono prerequisiti. In questo caso, assicurati di inserire i dettagli della tua istruzione sopra la tua storia lavorativa.

Anche se desideri proporti per una posizione in ambiente accademico, la tua storia scolastica è probabilmente più importante della tua esperienza lavorativa. La sezione Formazione nel tuo curriculum vitae dovrebbe essere lunga e dettagliata, con un elenco completo di tutte le qualifiche universitarie e post-laurea elencate. Fra i dati da inserire dovresti includere il titolo della tua tesi e i nomi dei tuoi relatori. Inoltre, è importante inserire collegamenti a tutto ciò che hai pubblicato nel tuo campo.


Come ordinare la sezione formazione nel tuo curriculum vitae

La leggibilità di un curriculum può essere il fattore determinante se un reclutatore di lavoro o un potenziale datore di lavoro sposta o meno il candidato nella fase successiva del processo di assunzione. Pertanto, l'utilizzo di una formulazione e una formattazione chiare e concise è essenziale non solo per la sezione formazione, ma per tutte le sezioni. Evita di inserire informazioni superflue: se hai conseguito una laurea, è consigliabile omettere le informazioni sul tuo diploma.

Come puoi vedere, c'è molta libertà su come decidi di elencare la tua istruzione. La cosa principale è essere breve, pertinente e coerente in tutto il curriculum vitae. Per evidenziare la tua formazione, inserisci questa sezione direttamente sotto il tuo obiettivo di carriera o il riepilogo delle qualifiche. Per de-enfatizzarlo, magari perché ti stai candidi per un ruolo in cui è necessario un certo livello di esperienza, dovresti mantenere la sezione formazione breve e sotto la sezione esperienza lavorativa del curriculum vitae.

In termini di strutturazione della sezione formazione, la pratica generale è seguire un ordine cronologico inverso: elenca prima i dati dell'ultimo corso o certificazione conseguita e poi torna indietro da lì. Usa i punti elenco per separare le informazioni per mantenere il tuo curriculum facile da leggere o da sfogliare.

Tuttavia, se hai conseguito un gran numero di certificazioni e svolto corsi modulari, puoi dividere quest'area in gruppi e raggruppare le certificazioni dividendole per aree tematiche.

In alcuni casi, un candidato potrebbe non aver frequentato l'università ma potrebbe aver completato una scuola professionale o un altro programma che ha portato a varie certificazioni. Queste certificazioni dovrebbero essere incluse quando pertinenti. Ad esempio, il Certificato di Primo Soccorso (CPS) può essere utile da includere nella maggior parte dei curriculum, anche se forse dovrebbero essere indicate in una sezione delle certificazioni separata.



TAGS: Come scrivere CV